Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2016

L’astronauta Tim Peake: ”gli alieni sono reali e presto scopriremo la verita'”

Immagine
“E ‘ridicolo che agenzie del calibro della NASA possano negare la verità sulla vita aliena quando ogni giorno dobbiamo confrontarci con numerosi e inspiegabili avvistamenti UFO nei nostri cieli e sopra l’atmosfera terrestre che in molti casi sono stati testimoniati anche dagli astronauti della NASA attraverso i video feed in HD”.
A fare questa affermazione non è una persona qualunque ma un astronauta britannico, il maggiore Tim Peake che di recente ha intrapreso un viaggio di sei mesi alla volta della Stazione Spaziale Internazionale.
La sua dichiarazione ha fatto rizzare le orecchie degli ufologi di mezzo mondo visto che l’astronauta ha affermato che gli alieni sono reali e che vi sono buone possibilità che gli esseri umani avranno modo di scoprire presto l’esistenza di forme di vita extra terrestre!
Con quello che potrebbe essere un tempismo perfetto in grado di  alimentare la teoria del complotto, la gente è sempre più convinta che la NASA dovrebbe iniziare a divulgare ciò che sa …

SCOPERTI POTENTI BATTERI ANTI-INVECCHIAMENTO SULLE STATUE MOAI DELL’ISOLA DI PASQUA

Immagine
Sembra che le statue Moai dell’Isola di Pasqua, tengono nascosti i segreti della fontana della giovinezza. Un farmaco chiamato rapamicina batterica è stato trovato a vivere all’ombra delle famose statue Moai. Questo batterio si crede che possa aumentare la durata della vita e migliorare una serie di condizioni relative all’invecchiamento.
Secondo i ricercatori, i nuovi studi forniscono un accenno a risultati ‘davvero emozionanti’ di batteri ANTI-INVECCHIAMENTO trovati nelle ombre delle teste giganti nella zona orientale dell’Isola di Pasqua.
I batterio (Streptomyces hygroscopicus) rinominato “rapamicina”, appunto percheè tratto dal nome Rapa Nui. Oltre 50 anni fa, gli scienziati presso l’Isola di Pasqua si sono imbattuti in un farmaco naturale che è stato nascosto, ma in bella vista,  all’interno del suolo dell’Isola di Pasqua. Ora, più di mezzo secolo dopo, gli scienziati considerano questo batterio, la fontana anti-invecchiamento o la fonte della giovinezza.
Il sottoprodotto batter…

UN GIORNO LO SCOPRIREMO, E SARA’ LA FINE DI TUTTO

Immagine
Ne oggi e forse nemmeno domani ma..
Arriverà il giorno che ci accorgeremo dell’inesistenza del supremo. Cadranno tutte le religioni, tornerà l’incubo della morte […] e forse si salveranno solo gli atei. 
E come se scoprissimo scientificamente che era la carne la portatrice di tutte le malattie. Sarebbe troppo tardi. "Anche se in questa seconda ipotesi d’esempio non abbiamo dubbi in merito".
[fonte RLI – la nostra profezia]

7 misteri sullo Spazio non ancora risolti

Immagine
L'esplorazione spaziale avrà anche compiuto passi da gigante, ma l'uomo sta iniziando solo ora a spingersi al limitare del Sistema Solare. Figuriamoci quanto riusciamo a comprendere di fenomeni esotici tratteggiabili solo a livello teorico, e non osservabili direttamente. Eccone 7 sui quali ancora ci arrovelliamo.
I buchi neri. I telescopi riescono a captare soltanto la radiazione elettromagnetica, i raggi X o, come abbiamo visto di recente, le onde gravitazionali generati dal loro insaziabile appetito o dalle loro collisioni. Ma nessuno sa che cosa vi sia all'interno di queste "sabbie mobili" cosmiche, regioni dello spaziotempo che esercitano una tale attrazione gravitazionale che nemmeno la luce riesce a sfuggirvi.
Il Vuoto Gigante. Questa regione di Spazio a 1,5 miliardi di anni luce dalla Terra, del diametro stimato di 1,3 miliardi di anni luce, fa parlare di sé per quello che non contiene. Ospita pochissime galassie visibili, quindi poca materia; ma è anche v…

Il sistema stellare di Spock di Star Trek esiste davvero

Immagine
Il sistema solare dei Vulcaniani di Star Trek esiste davvero e si trova a soli 16,5 anni luce dalla Terra. Non si sa se ci siano pianeti abitabili come quello del signor Spock ma il sistema stellare 40 Eridani esiste ed è formato (come nella saga) da tre stelle che orbitano tra loro in una complessa 'danza' ricostruita in una animazione interattiva dai ricercatori della Nasa. Nella celebre saga di fantascienza i Vulcaniani sono una specie aliena umanoide originaria da Vulcano, un pianeta immaginario in orbita attorno a un sistema solare fatto da 3 soli. 
L'idea era molto probabilmente ispirata al sistema stellare triplo noto come Keid, composto da tre stelle più piccole del nostro Sole e di cui la più grande è facilmente visibile ad occhio nudo. Le tre stelle sono legate gravitazionalmente tra loro in un modo complesso, con le due piccole (Eridani B e Eridani C) molto vicine tra loro e in rotazione attorno a un asse comune. Entrambe 'danzano' attorno a un baricent…

Occhio del Sahara: il mistero che appassiona gli astronauti

Immagine
Tante ipotesi si diramano tra gli oscuri misteri legati all'origine dell'Occhio del Sahara che continua ad affascinare miriadi di studiosi.
Se per molti millenni è rimasto nascosto e semi sconosciuto, adesso è diventato uno dei luoghi più interessanti da scoprire.
Oggetto di innumerevoli studi, l’Occhio del Sahara, è diventato la  formazione geologica del Sahara più visitata di sempre.
La Business Insider ha scrupolosamente analizzato questo singolare ma allo stesso tempo sbalorditivo sito e si è giunti alla conclusione che di certo non si tratta di un cratere: gli astronauti della missione Gemini IV si erano già adoperati nel costatare che non si trattava di un cratere in quanto dall’alto non sono state riscontrate tracce di roccia fusa, nè alcun segno tangibile che ne potesse ricostruire la storia.
Alcuni studiosi canadesi tengono a considerare l‘Occhio del Sahara come una struttura datata più di 100 milioni di anni fa e sorta a seguito della separazione del supercontinente…

Fermi tutti: c'è un codice Morse nelle dune di Marte?

Immagine
Sul pianeta rosso si vedono tracciati disegni singolari. L'ultimo in ordine di tempo ha scatenato la fantasia di molti ma la traduzione non risulta comprensibili. Del resto quelle linee le ha tracciate il vento marziano.
Qualcuno su Marte ha lasciato messaggi in codice Morse? Alla Nasa qualcuno si è incuriosito quando ha visto l'ennesima foto scattata dalla fotocamera High Resolution Imaging Science Experiment (HiRISE) del Mars Recoinassance Orbiter: una strana serie di dune marziane disposte in maniera tale da sembrare punti e linee del famoso sistema di comunicazione.
A dire il vero non è la prima volta che i ricercatori intravedono questo modello nelle sabbie di Marte. A differenza di altre volte, l'inquadratura delle dune che vedete nelle foto di questa notizia - che si trova appena a sud del polo nord del Pianeta Rosso - le mostra più chiaramente del solito, permettendo agli scienziati di tentare persino una traduzione improvvisata per farsi qualche risata.
Mettendo d…

8,8 miliardi di altre "Terre" solo nella nostra Via Lattea

Immagine
Quanti altri pianeti all'esterno del Sistema Solare sono abitabili? Secondo un nuovo studio USA, sarebbero miliardi. Per esattezza: 8,8 soltanto nella nostra galassia.
La Via Lattea è costellata di astri di massa analoga a quella del Sole. Una su 5 di queste stelle potrebbe avere un pianeta simile alla Terra in orbita intorno a sé nella cosiddetta "zona abitabile": una distanza, cioè, tale da consentire la presenza di acqua allo stato liquido sulla superficie del pianeta. 
Nella nostra galassia, quindi, potrebbero esserci miliardi di altri pianeti adatti alla vita. È quanto sostenuto in una ricerca pubblicata ieri sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.
Un bagaglio di dati da sfruttare Il gruppo di ricerca dell'Università della California, Berkeley, è partito da una domanda che molti si pongono quando osservano il cielo stellato. Quante sono le stelle che hanno, intorno a sé, un pianeta che riceve lo stesso quantitativo energetico (sotto forma …

Il radiotelescopio gigante a caccia di extraterrestri con la parabola di 500 metri made in Cina

Immagine
Il gigante di Arecibo, costruito nel 1963, non sarà più solo. La sua parabola di quasi 305 metri di diametro dovrà inchinarsi al nuovo “mostro” che è stato appena completato.
Il più grande radiotelescopio mai realizzato ha gli occhi a mandorla ed è made in China. Tra polemiche, proteste della locale popolazione e altre vicissitudini, il “mostro”  è pronto ad entrare in azione. Si chiama Fast (Five-hundred-meter Aperture Spherical Telescope)  e la sua parabola ha un diametro di ben 500 metri! La sua costruzione è iniziata cinque anni fa, nel 2011, e il luogo scelto si trova tra le montagne carsiche della provincia di Guizhou. Un luogo molto lontano dai centri abitati, al riparo da altri segnali radio.
NOVEMILA PERSONE SGOMBERATE Ma non è stato tutto rosa e fiori. Mesi fa, per far spazio al “mostro”, Il governo cinese aveva deciso di sgomberare oltre 9mila persone da una zona rurale della provincia di Guizhou per un raggio di 5 chilometri dallo strumento astronomico. Ad esser interessat…

SCIENZIATI AVVERTONO CHE L’EPATITE VIRALE È UNA GRAVE MINACCIA PER L’UMANITÀ!

Immagine
Gli scienziati dell’Imperial College di Londra e dell’Università di Washington, hanno avvertito che l’epatite virale è una grave minaccia per l’umanità. Oltre 23 anni in 183 paesi, l’epatite B e C hanno ucciso più del 96% delle persone infettate con i singoli virus , come emerge da un articolo pubblicato sulla rivista The Lancet.
Il numero di morti per questa malattia nel periodo tra il 1990 e il 2013 è aumentato del 63%. Ogni anno l’epatite virale uccide 1,45 milioni di persone in media . Altre malattie hanno tassi più bassi di mortalità. Ad esempio, nel 2013 l’AIDS ha ucciso 1,3 milioni di persone, vittime di tubercolosi ha ucciso 1,4 milioni e la malaria ha ucciso 855.000 persone.
OGNI ANNO QUESTA MALATTIA VIRALE UCCIDE 1,45 MILIONI DI PERSONE IN MEDIA. LA MALATTIA HA COLPITO CON LA SUA VIRULENZA SPECIALE, LA POPOLAZIONE DELL’ASIA ORIENTALE.
Secondo gli scienziati, l’epatite virale, che può risultare nelle fasi finali come un cancro al fegato, è particolarmente difficile da rileva…

L'UOMO NON È ONNIVORO MA È FRUGIVORO

Immagine
Dall'anatomia e fisiologia comparata si rivelano caratteristiche inedite dell'alimentazione umana.
L'uomo è comunemente considerato un onnivoro, perché in grado di cibarsi di qualsiasi alimento o sostanza, ma è davvero così? Oppure l'uomo sapiens sapiens ha solo una grande capacità di adattamento anche in campo nutrizionale come in campo ambientale e climatico?
Se analizziamo l'anatomia e la fisiologia comparata ci accorgiamo di una cosa interessante: l'uomo non è né erbivoro, né carnivoro e nemmeno onnivoro, perché le sue caratteristiche morfologiche e funzionali lo classificano, come del resto tutti i Primati, tra i frugivori (dal latíno frux, frugis, "frutto" e -vorus, "divorare"), ossia mangiatori di semi, frutti, radici in prevalenza assoluta con assunzioni limitate di foglie verdi e di insetti (quindi di proteine animali).
Ma analizziamo meglio queste caratteristiche: partendo dalla bocca: incontriamo la saliva la quale contiene un en…

Quell'Oceano nascosto sulla luna di Saturno è la migliore 'casa' di E.T.

Immagine
Encelado, sotto la sua superficie ghiacciata nasconde un oceano di acqua liquida ad una temperatura idonea - potrebbe ospitare vita. "Serve una missione per trovarla".
 Il luogo migliore del Sistema Solare in cui andare a cercare E.T. potrebbe essere una delle lune di Saturno, Encelado, che sotto la sua superficie ghiacciata nasconde un oceano di acqua liquida ad una temperatura adatta per favorire la comparsa della vita. Ne sono convinti numerosi ricercatori americani, fra oceanografi, esperti di chimica organica e astrobiologi, riuniti nell'università di Berkeley dalla planetologa Carolyn Porco, una delle maggiori esperte internazionali di Saturno e delle sue lune. A raccogliere le loro voci è il mensile Scientific American. Carolyn Porco da anni è responsabile delle spettacolari immagini di Saturno, dei suoi anelli e delle lune inviate a Terra dalla missione Cassini, gestita da Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Italiana (Asi). E adesso, come una…