Secondo la NASA c’è una possibilità che nel 2035 un asteroide possa colpire la Terra

Secondo gli scienziati della NASA c’è una piccola possibilità che, il 21 settembre 2135, un asteroide delle dimensioni dell’Empire State Building di New York colpisca la Terra, distruggendo parte del pianeta e dei suoi abitanti.

La NASA, nel frattempo, ha già studiato una soluzione: se l’asteroide, denominato Bennu, dovesse avvicinarsi pericolosamente alla Terra, potrebbero lanciargli contro una massa di quasi nove tonnellate per spingerlo fuori dall’orbita terrestre. O, più probabilmente, lo possono deviare dal suo percorso apocalittico usando un dispositivo nucleare.

Il piano di sicurezza è chiamato Hypervelocity Asteroid Mitigation Mission for Emergency Response (HAMMER), ed è pronto per essere messo in pratica, anche se l’avvicinamento dell’asteroide al pianeta resta una teoria.

“Per favore non diffondete la notizia come se un asteroide stesse per distruggere la Terra”, ha detto Brent W. Barbee, ingegnere aerospaziale della NASA, al Washington Post.

In effetti, secondo i calcoli degli scienziati, c’è una possibilità su 2.700 che l’asteroide Bennu colpisca la Terra, e anche se lo facesse, non ha una dimensione sufficiente per radere al suolo il pianeta e l’umanità.

La Terra viene colpita frequentemente da masse provenienti dallo spazio, molto più spesso di quanto si pensi: la maggior parte di esse non si presentano come minacce esistenziali, ma alcune sono abbastanza grandi da provocare ferite alle persone e danni alle proprietà.

I ricercatori hanno affermato che circa mille oggetti extraterrestri all’anno colpiscono il pianeta.

Fino ad oggi non esisteva un vero e proprio piano di salvataggio, ma ora che un asteroide minaccia la Terra, seppure solo teoricamente, potrebbe essere fondamentale per salvare delle vite.
(fonte tpi)

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO