Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2019

Scoperto del materiale organico extraterrestre tra le montagne del Sudafrica

Immagine
E’ la prima volta che vengono rilevate tracce di carbonio alieno sulla Terra. Per gli scienziati è stato trasportato dai meteoriti e ha contribuito alla nascita della vita sul nostro Pianeta.
Un team di esperti del Centro Nazionale della Ricerca Scientifica francese (Cnrs), coordinato dalla professoressa Frances Westall, ha scoperto della materia organica di origine extraterrestre nel Josefsdal Chert, nella regione delle Makhonjwa Mountains, in Sudafrica. Quello che i ricercatori hanno scoperto, custodito all’interno di un sottile strato di rocce vecchio di 3,3 miliardi di anni (uno dei più antichi della Terra), è un vero e proprio tesoro. La scoperta, descritta sulla rivista scientifica Geochimica et Cosmochimica Acta, è una conferma ulteriore del contributo delle rocce extraterrestri come asteroidi e meteoriti nella genesi della vita sulla Terra.
Carbonio di origine aliena Nei frammenti di meteoriti, del diametro di appena un paio di millimetri, gli scienziati hanno rilevato, per la…

Il Pentagono ammette, indaghiamo sugli Ufo

Immagine
Il Pentagono ha finalmente ammesso che sta tuttora indagando sugli Ufo. Lo rivela un portavoce del dipartimento della Difesa, il quale ha parlato di un'iniziativa governativa segreta denominata Advanced Aerospace Threat Identification Program (Aatip), che "ha condotto ricerche e indagini su fenomeni aerei non identificati". 
Il Pentagono finora aveva sempre detto di aver chiuso l'Aatip nel 2012, ma il portavoce Christopher Sherwood ha riconosciuto che il dipartimento sta ancora indagando sui presunti avvistamenti di astronavi aliene. "La Difesa è preoccupata di identificare tutti gli aeromobili nel nostro ambito operativo, nonché di identificare qualsiasi funzionalità straniera che possa rappresentare una minaccia per la patria". "E continuerà ad indagare attraverso le normali procedure le segnalazioni di aeromobili non identificati rilevati dall'aviazione militare americana al fine di garantire la difesa della patria e la protezione contro il fat…

Allarme scorie radioattive, sarcofago nucleare costruito nel Pacifico potrebbe implodere: preoccupazione dell’Onu

Immagine
Venne costruito per contenere le scorie prodotte con le decine di test atomici condotti dagli Stati Uniti d'America tra il 1945 e il 1992.
Il mondo ricorda ancora con angoscia i test nucleari condotti dagli Stati Uniti d'America tra il 1945 e il 1992. Oltre mille esplosioni, avvenute in atmosfera, nelle profondità marine e in orbita, come inevitabile conseguenza della folle corsa agli armamenti nucleari. La maggior parte delle detonazioni ebbe luogo presso il Nevada Test Site (NNSS/NTS), ma tante altre vennero condotte presso i Pacific Proving Grounds, situati nelle Isole Marshall e al largo delle isole Kiribati, nell'oceano Pacifico, ed in tre altri siti nell'oceano Atlantico.
Una struttura ormai compromessa Ora, stando a quanto pubblicato sulle pagine di Fox News, sembrerebbe che almeno uno dei sarcofaghi contenitivi, realizzati per contenere per l’appunto le scorie radioattive, si stia sgretolando, con un elevato rischio vengano rilasciate parte delle scorie. A lanc…

Influenza, trovato il tallone d'Achille del virus

Immagine
Trovato il tallone d'Achille del virus dell'influenza: è un anticorpo umano che neutralizza una delle armi con cui il virus inganna le cellule per invaderle. Sperimentato nei topi, è riuscito a prevenire l'infezione di quattro ceppi del virus che aggrediscono comunemente l'uomo: un risultato già considerato un passo importante verso il vaccino universale inseguito da decenni.
Pubblicata sulla rivista Cell, la scoperta è finanziata dai National Institutes of Health (Nih) degli Stati Uniti, attraverso l'Istituto Nazionale per le Allergie e le Malattie infettive (Niaid). La ricerca è stata condotta dalla Vanderbilt University, con il gruppo di James E. Crowe, e dall'Istituto Scripps, con Ian A. Wilson. Da una persona che si era vaccinata più volte contro l'influenza, i ricercatori hanno isolato l'anticorpo chiamato FluA-20, e poi ne hanno ottenuta e analizzata la struttura.
Contro ogni aspettativa, l'anticorpo si è dimostrato capace di riconoscere e d…

GLI ESPERTI LANCIANO UN AVVERTIMENTO TERRIFICANTE, È IL MOMENTO DI DARE UN TAGLIO ALLA CARNE ROSSA

Immagine
Uno nuovo studio conferma ancora una volta che mangiare carne rossa frequentemente ci espone a numerosi rischi per la salute. In questo caso si mette in relazione il consumo di questo alimento e la comparsa di cancro all'intestino.
Secondo lo studio, condotto da un team dell'Università di Oxford e parzialmente finanziato dalla Cancer Research UK, mangiare una volta al giorno anche piccole quantità di carne rossa non trasformata (ovvero una semplice fetta un po' spessa di roast beef o una costoletta d’agnello) fa aumentare il rischio di cancro all’intestino del 20%.
La ricerca si è basata su un campione di quasi mezzo milione di uomini e donne britannici e ha rilevato che anche il consumo moderato di prosciutto e pancetta era legato ad una maggiore probabilità di sviluppare questa malattia a carico dell’intestino.
Nello specifico, le persone monitorate per oltre 5 anni erano 475.581, tutte di età compresa tra 40 e 69. Durante questo periodo 2609 persone hanno sviluppato un…

Prime linee guida Oms per la prevenzione delle demenze

Immagine
In 30 anni casi triplicheranno, controllare peso e fare sport. Ogni anno nel mondo ci sono 10 milioni di nuove diagnosi di demenza, con il numero totale che raggiungerà i 152 milioni nel 2050. Lo ricorda l'Oms, che ha appena pubblicato le prime linee guida con le indicazioni per prevenire l'insorgenza di questa malattia, che secondo gli esperti costa l'1,1% del Pil globale.
Le persone possono ridurre il rischio di demenza con l'esercizio regolare, affermano le linee guida, evitando il fumo e l'alcol, tenendo sotto controllo il peso, la pressione, il colesterolo e la glicemia, mentre non ci sono sufficienti evidenze che l'utilizzo di supplementi, come quelli di vitamine B ed E, possano avere un effetto. "Nei prossimi 30 anni il numero di persone con demenza potrebbe triplicare - afferma il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus -.
Dobbiamo fare tutto il possibile per ridurre il rischio. Le evidenze scientifiche raccolte da queste linee g…

Alti livelli di stress e la troppa fatica alterano il Dna: i giovani medici invecchiano sei volte più velocemente del normale

Immagine
Dura vita per i neo dottori: dopo la laurea in medicina il percorso che negli Usa viene definito training years e che corrisponde più o meno agli anni della specializzazione in Italia, sono così intensi che in soli dodici mesi il loro Dna invecchia sei volte più veloce del normale. Lo rileva una ricerca dell'Università del Michigan, pubblicata su Biological Psychiatry. Le parti terminali dei cromosomi, i telomeri si restringono in modo accelerato tra i medici in formazione e questo secondo gli studiosi suggerisce l'importanza di sforzi per ridurre la fatica della formazione medica. La ricerca ha coinvolto 250 medici in formazione provenienti da tutti gli Stati Uniti e un gruppo di confronto di studenti universitari.
Biomarcatore tiene traccia degli effetti dello stress "La ricerca ha considerato i telomeri come un indicatore dell'invecchiamento e del rischio di malattia - afferma Srijan Sen, autrice senior dello studio - ma questi risultati longitudinali fanno avanzare…

Su Proxima Centauri in appena 20 anni, possibile con delle micronavi stellari a propulsione laser

Immagine
Dista dalla Terra 4,2 anni luce Proxima Centauri, ma grazie allo studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università della California, che operano all’interno dell’Experimental Cosmology Group, potremo raggiungere la lontana stella in appena 20 anni. Gli scienziati, stimolati da uno studio condotto dal fisico Stephen Hawking, avrebbero sviluppato una tecnologia per micro navi spaziali a propulsione laser capaci di raggiungere sistemi stellari oggi irraggiungibili in tempi umanamente sostenibili. Le piccole navicelle, evidenzia l'astrofisico Philip Lubin, che ha coordinato lo studio, sarebbero in grado di raggiungere velocità relativistiche (frazioni significative delle velocità della luce) grazie alla spinta di fasci laser proiettati dalla superfice terrestre.
Fattibilità del progetto è andato ben oltre la carta Il team di astrofisici, lo scorso 12 aprile, ha testato la nuova tecnologia servendosi di un pallone, ribattezzato StarChip (termine che ricorda da vicino StarShip…

La Luna trema e si sta restringendo

Immagine
La Luna si sta progressivamente restringendo ed è scossa da terremoti. Lo indica sulla rivista Nature Geoscience una ricerca dell'università del Maryland, sulla base delle simulazioni fatte usando i dati dei sismometri installati sulla Luna dalle missioni Apollo e le immagini raccolte nel 2010 dalla sonda Lunar Reconnaissance Orbiter (Lro) della Nasa. 
Dopo le prime 'rughe' segnalate in passato, le immagini della sonda Lro mostrano che la Luna si è progressivamente 'essiccata', lasciando sulla superficie migliaia di dirupi chiamati faglie inverse e che il processo sembra continuare ancora oggi. Per comprendere come questo è accaduto il gruppo coordinato da Nicholas Schmerr ha utilizzato un algoritmo per analizzare i dati sismici raccolti dalle missioni Apollo tra gli anni '60 e '70.
In questo modo è stato possibile individuare l'epicentro di 28 terremoti lunari registrati tra il 1969 e il 1977, che sulla Terra avrebbero raggiunto una magnitudo compresa…

Allarme dei geologi: la terra dell'Atlantico si sta aprendo

Immagine
Fino a poco tempo fa si pensava che il punto di massimo attrito tra le due placche tettoniche, quella africana e quella eurasiatica si trovasse nel Mediterraneo. Alcuni geologi portoghesi però sono pronti a rivoluzionare tutto.
Le due placche tettoniche, quella eurasiatica e quella africana, non si stanno scontrando nel mar Mediterraneo ma di poco oltre lo stretto di Gibilterra verso l'Atlantico. Il geologo Joao Duarte ha riportato la tesi condivisa da alcuni geologi portoghesi che sarebbero rafforzate da alcuni grossi esempi di terremoti avvenuti sulle coste occidentali europee: stiamo parlando del Grande terremoto di Lisbona, il più violento mai registrato in Europa con una magnitudo stimata di 8.7 e 100mila vittime nel 1755 e quello di Cabo San Vicente avvenuto nel 1969 con magnitudo 8 di cui purtroppo non si sono mai conosciute le vittime a causa del regime salazarista.
Lo stesso geologo ha usato questi due esempi per dimostrare che, terremoti di questa entità non possono ess…

I terrapiattisti arrivano a Palermo: "La Nasa non è mai stata sulla luna, lo sbarco è finto"

Immagine
"Tutti siamo stati ingannati fin dal primo giorno della nostra esistenza". È questo il manifesto dei Terrapiattisti, che si riuniranno domani a Palermo per il congresso nazionale.
Chi vorrà assistere dovrà pagare 20 euro per ascoltare le teorie sul nostro pianeta, come quella proposta da uno degli organizzatori, Calogero Greco. "La Nasa non è mai stata nello Spazio - afferma all'AdnKronos -. Forniscono solo immagini computerizzate e sono tutte immagini finte e lo sbarco sulla Luna è stato finto".
Greco analizza i motivi di una lunga bugia che va avanti da cinquant'anni. "Non sono mai stati in orbita - dice ancora - abbiamo fatto degli studi. La prova è data dall'acqua che non può curvare, non può stare su un cilindro". E anche la forza di gravità "è una invenzione". "Il Polo Nord è al centro della terra piatta - spiega ancora Calogero Greco- se la fai da Polo a Polo non la puoi fare perché c'è il Trattato di Antartide che te…

Test atomici degli anni '50 hanno devastato il pianeta, la scoperta degli scienziati nelle profondità oceaniche

Immagine
A distanza di oltre 50 anni uno studio dimostra come, anche le zone più remote e irraggiungibili del nostro pianeta, subiscono gli effetti deleteri delle attività umane.
Il carbonio radioattivo rilasciato nell’atmosfera a seguito dei test atomici condotti nel ventesimo secolo sono ancora rilevabili nelle profondità oceaniche.

E’ quanto sostiene un team di ricercatori appartenenti all’American Geophysical Union secondo cui una moltitudine di crostacei, che popolano le profondità marine, hanno incorporato gli isotopi nei propri corpi. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulle pagine della Geophysical Research Letters. "Anche se le correnti oceaniche impiegano centinaia di anni per portare l’acqua contaminata nelle zone più profonde - evidenzia Ning Wang, geochimico presso l'Accademia cinese delle scienze di Guangzhou e responsabile dello studio - la catena alimentare è riuscita a colonizzare l’area molto più rapidamente”.
Cosa hanno scoperto a 11mila metri di profond…

Un asteroide ha distrutto Manhattan, nella simulazione la Terra è stata colpita

Immagine
L’esercitazione, durata 5 giorni, non ha permesso al team composto da esperti provenienti da tutto il mondo di evitare il disastro. L'asteroide, chiamato 2019 PDC, si è schiantato sul Central Park il 29 aprile 2027. Inutile il monitoraggio durato virtualmente 8 anni.
Non siamo pronti. Nel caso in cui un asteroide potenzialmente distruttivo dovesse malauguratamente incrociare l’orbita terrestre non saremo in grado di far nulla per evitare lo schianto. Ne è la prova il risultato della simulazione condotta da un gruppo di scienziati - operanti per conto delle principali agenzia spaziali di tutto il mondo - riunitisi la scorsa settimana per  testare le procedure da attuare nel caso in cui venisse rilevato un asteroide in rotta di collisione con il nostro Pianeta. L'esperimento, condotto durante l'IAA Planetary Defense Conference, è durato soltanto cinque giorni, durante i quali sono virtualmente trascorsi 8 anni. L’asteroide, rilevato  il 26 marzo del 2019 e ribattezzato 2019 …

Scienziati Russi e della NASA: “un gigantesco asteroide di 340 metri può distruggere la Terra”

Immagine
Come riferisce l’agenzia di stampa russa “REN TV Novosti”, un enorme asteroide, dieci volte più grande del famoso meteorite di Tunguska, potrebbe cambiare la sua traiettoria dirigendosi verso la Terra a una velocità incredibile”.
Questo corpo cosmico, lungo 340 metri, è stato scoperto dagli scienziati nel 2007. L’asteroide ha il nome di FT3 2007 e secondo gli astrofisici, questo gigante spaziale non rappresentava una minaccia per il nostro pianeta.
Tuttavia, pochi giorni fa, FT3-2007 ha improvvisamente cambiato la traiettoria, inoltre, ha aumentato significativamente la velocità. E ora, secondo la TV Russa REN Novosti, questo macigno spaziale volerebbe dritto verso la Terra.
Se un gigantesco asteroide si schianta davvero sulla Terra, le conseguenze di questo impatto saranno equivalenti a un’esplosione di 100 milioni di testate nucleari moderne. Approssimativamente qualcosa di simile è accaduto sulla Terra decine di milioni di anni fa, distruggendo il mondo dei dinosauri.
Come riporta…

La fine del mondo è vicina, profezia di Ezechiele supportata da una foto: ecco quando tutto finirà

Immagine
La superficie della Terra verrà stravolta da terremoti, tempeste marine, uragani, eruzioni vulcaniche e tsunami. Per la razza umana non c’è scampo.
L’umanità è destinata a scomparire per sempre o, nella migliore delle ipotesi, ad esser portata sull’orlo dell’estinzione. Il 17 giugno, ossia tra poco più di un mese, l’intero pianeta Terra verrà stravolto da terremoti, tempeste marine, uragani, eruzioni vulcaniche e tsunami che spazzeranno via ogni traccia del nostro passaggio. Pensate sia un’assurdità? Probabilmente non avete tutti i torti. A causa di una foto, realizzata qualche anno fa nel Mar Morto dal fotoreporter israeliano Noam Bedein, c’è tuttavia chi ora crede si stia per realizzare una delle profezie di Ezechiele. Bedein, che di certo con il suo scatto non avrebbe pensato di diventare ambasciatore della fine del mondo, non ha fatto altro che fotografare la fauna, la flora e il paesaggio locale.
Il mondo è spacciato, ma magari non stavolta La “sfortuna” ha voluto che tra i tantis…

Rapporto Onu: la resistenza ai farmaci provoca 700mila morti all'anno

Immagine
La resistenza a farmaci, di diverso tipo, continua ad aumentare assumendo i caratteri di una "crisi globale". E' l'allarme lanciato da una commissione di esperti dell'Onu. Gli interventi chirurgici e le malattie più diffuse, infatti, sono diventati a rischio proprio per il "livello allarmante" del fenomeno registrato per i medicinali di uso comune. La resistenza, osservata in Paesi poveri o ricchi, causa 700mila morti l'anno.
I farmaci "pericolosi" - Oltre agli antibiotici, sono a rischio anche i funghicidi, gli antivirali, gli antiparassitari e gli antimicrobici. La resistenza, secondo i dati raccolti dal "Gruppo di coordinamento sulla resistenza ai farmaci" delle agenzie Onu, è stata osservata in Paesi a tutti i livelli di povertà o ricchezza. Tra i 700mila morti causati dalla resistenza, circa 230mila sono attribuibili a tubercolosi.
Intervenire presto o si rischiano 10 milioni di morti - Gli esperti sollecitano azioni a livello…

Asteroide in rotta di collisione con la Terra, la simulazione anti Armageddon

Immagine
Proteggere la Terra dal possibile impatto di un asteroide. Facile a dirsi, ma tra le parole e i fatti le distanze sono enormi. E’ per questo che Jim Bridenstine, amministratore capo della Nasa, ha lanciato un appello attraverso il quale spera di convincere tutti i grandi del mondo a unire le forze così da scongiurare la potenziale fine dell'umanità. Nel corso della Conferenza sulla difesa planetaria, il dirigente dell’agenzia spaziale statunitense, ha indicato quello che dovrebbe essere il primo dei cinque obiettivi da raggiungere per avviare un piano strategico capace di monitorare gli oggetti (Neo) in orbita o in transito accanto alla Terra.
Dal cinema alla realtà La finzione cinematografica di Hollywood, infatti, potrebbe improvvisamente trasformarsi in drammatica realtà. Eventi come la pioggia di meteoriti caduta su Chelyabinsk in Russia nel 2013, o l'asteroide caduto a Tunguska nel 1908, ha detto Bridenstine, "non sono eventi unici e rari. I nostri modelli ci dicono …