I terrapiattisti arrivano a Palermo: "La Nasa non è mai stata sulla luna, lo sbarco è finto"

"Tutti siamo stati ingannati fin dal primo giorno della nostra esistenza". È questo il manifesto dei Terrapiattisti, che si riuniranno domani a Palermo per il congresso nazionale.

Chi vorrà assistere dovrà pagare 20 euro per ascoltare le teorie sul nostro pianeta, come quella proposta da uno degli organizzatori, Calogero Greco. "La Nasa non è mai stata nello Spazio - afferma all'AdnKronos -. Forniscono solo immagini computerizzate e sono tutte immagini finte e lo sbarco sulla Luna è stato finto".

Greco analizza i motivi di una lunga bugia che va avanti da cinquant'anni. "Non sono mai stati in orbita - dice ancora - abbiamo fatto degli studi. La prova è data dall'acqua che non può curvare, non può stare su un cilindro". E anche la forza di gravità "è una invenzione". "Il Polo Nord è al centro della terra piatta - spiega ancora Calogero Greco- se la fai da Polo a Polo non la puoi fare perché c'è il Trattato di Antartide che te lo vieta".

A Palermo si parlerà di numerosi argomenti ritenuti cruciali per i terrapiattisti: dall'assenza della curvatura terrestre all'orbita del sole sulla terra piatta, dall'egocentrismo della stella polare alla laocrazia. Insomma, sono tanti gli argomenti che i relatori del convegno "Terra piatta - tutta la verità" tratteranno domani all'hotel Garibaldi. Tre i relatori previsti in agenda: si tratta di Agostino Favari che, dell'informazione scientifica non si fida e si affida al web. "La terra sferica è un complotto, l'uomo non è mai andato sulla Luna e il sole è vicino ed è piccolo piccolo - dice - , una specie di lampadina mentre gli astronauti non esistono, sono attori e la Nasa è Disneyland". Favari domani parlerà dell'assenza della curvatura terrestre e della differenza di pressione fra atmosfera e spazio siderale. L'altro relatore è Albino Galuppini che tratterà l'introduzione all'astronomia zetetica; la conquista della luna: 50 anni di inganni; tartaria, il dimenticato impero dei giganti; laocrazia, il vero nome della democrazia e l'orbita del sole sulla terra piatta.

Infine è previsto l'intervento di Morena Morlini che farà una riflessione sul rifiuto dell'informazione sulla verità; l'egocentrismo della stella polare; pianeti reali o proiezioni. Tra gli invitati ci sarà anche Beppe Grillo che su Facebook qualche giorno fa ha annunciato la sua presenza all'evento. "Ho deciso di partecipare, a maggio, al primo congresso dei terrapiattisti italiani - scrive Grillo - . Voglio stare in mezzo ad un po’ di cervelli che non scappano davanti a nulla, nessun pregiudizio, nessuna legge della fisica é definitiva. #TerrapiattaDay".
(fonte ilgiornale)

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO