Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2019

Clima: 150mln a rischio inondazione

Immagine
Entro il 2050 a rischio Bangkok, Mumbai, Bassora, Alessandria
A causa del riscaldamento climatico, circa 150 milioni di persone nel mondo sono a rischio inondazione e vivono su terreni che saranno al di sotto della linea dell'alta marea entro il 2050. Lo rivela uno studio di Climate Central, un'organizzazione scientifica con sede in New Jersey. Secondo la ricerca, l'innalzamento del livello dei mari minaccia di cancellare alcune grandi città costiere del mondo.
Il sud del Vietnam potrebbe quasi scomparire, inclusa gran parte di Ho Chi Minh City. In Thailandia è in pericolo soprattutto la capitale Bangkok. A Shanghai, in Cina, l'acqua minaccia di consumare il cuore della metropoli e molte altre città circostanti. Le nuove proiezioni suggeriscono pure che gran parte della capitale finanziaria dell'India, Mumbai, rischia di essere spazzata via. A rischio poi c'e' il patrimonio culturale in citta' come Alessandria, in Egitto, che potrebbe finire sott'a…

AMERICAN MOON - Vers. integrale (ITA)

Immagine
Sono 50 anni che si discute sulla veridicità dei viaggi lunari. Questo film finalmente riunisce, in un'opera unica, tutte le migliori argomentazioni a favore degli allunaggi e tutte le argomentazioni contrarie, comprese alcune prove mai presentate prima. Al film partecipano inoltre diversi fotografi professionisti di livello mondiale, che offrono la loro analisi tecnica sulle fotografie delle missioni Apollo. Vengono così chiarite una volta per tutte le varie questioni dibattute nel corso dei decenni, dalla assenza di stelle nelle fotografie fino alla direzione delle ombre, dalla questione delle pellicole esposte alle radiazioni, fino al tipo di illuminazione utilizzata per scattare le storiche immagini dell'uomo sulla luna. - Scarica la versione in HD da Vimeo On Demand (YouTube luogocomune2, Massimo Mazzucco))

Il computer quantistico è reale, in 3 minuti test da 10.000 anni

Immagine
Atteso da decenni, il computer quantistico non è mai stato così reale: lo dimostrata l'esperimento senza precedenti coordinato da Google e condotto fra Germania e Stati Uniti nel quale la macchina ha risolto in poco più di 3 minuti un'operazione che a un computer tradizionale richiederebbe 10.000 anni. Il risultato è pubblicato su Nature dal gruppo del fisico John Martinis, di Google e dell'Università della California a Santa Barbara. Hanno partecipato alla ricerca la Nasa, il California Institute of Technology (Caltech) e, per la Germania, università di Aachen e Centro Jülich.
I computer quantistici sfruttano le bizzarre proprietà del mondo degli atomi per aumentare le capacità di calcolo. "E' un passo significativo verso la cosiddetta supremazia quantistica, ossia della capacità di questi computer di svolgere un compito che a un computer tradizionale richiederebbe un tempo lunghissimo, che può anche andare oltre l'età conosciuta dell'universo", ha …

Buco dell'ozono ai minimi storici dal 1982 sull'Antartide

Immagine
Il buco dell'ozono sull'Antartide ha raggiunto l'estensione minima dall'epoca della sua scoperta, avvenuta nel 1982: ora si estende per  10 milioni di chilometri quadrati, rispetto ai 16 milioni di chilometri quadrati misurati l'8 settembre. A indicare il record sono i dati della Nasa e dell'ente americano per le ricerche sull'atmosfera e gli oceani (Noaa). Per gli esperti è una buona notizia solo a metà, perché è un segno del riscaldamento climatico: le temperature più alte riducono le reazioni fra ozono e i composti che lo distruggono, cioè cloro e bromo.
"È un'ottima notizia per l'ozono nell'emisfero australe", rileva Paul Newman, del Goddard Space Flight Center della Nasa. "Ma bisogna riconoscere - aggiunge - che ciò è anche dovuto alle temperature di quest'anno nella stratosfera. Non è un segno che il buco dell'ozono è improvvisamente sulla buona strada per il recupero". Infatti nella fascia dove c'è l'o…

Autorizzato in Europa il primo vaccino contro Ebola

Immagine
Dopo l'utilizzo in Congo in via sperimentale. Via libera in Europa al primo vaccino contro il virus Ebola. A deciderlo è stato il comitato per i medicinali per uso umano dell'Agenzia Europea dei Medicinali (Ema), che ha raccomandato l'autorizzazione all'immissione in commercio condizionata nell'UE per Ervebo, il primo vaccino per soggetti di età pari o superiore a 18 anni a rischio di infezione. Lo stesso vaccino è stato utilizzato in Congo in via sperimentale. Sempre in Africa è da poco impiegato, sempre in via sperimentale, anche un secondo vaccino. 
Per il direttore esecutivo Ema, Guido Rasi, è "un passo importante per alleviare il peso di questa malattia mortale" e "la raccomandazione è il risultato di molti anni di sforzi globali collaborativi per sviluppare nuovi medicinali e vaccini contro l'Ebola". L'attuale epidemia di Ebola nella Repubblica Democratica del Congo (RDC) ha infettato oltre 3.000 persone con tassi di mortalità di c…

Trascurare la natura costerà acqua e cibo per 5 miliardi di persone

Immagine
Trascurare la natura è un lusso che l'umanità non può più permettersi: nei prossimi 30 anni potrebbe essere compromesso l'accesso a cibo e acqua ad almeno 5 miliardi di persone, soprattutto in Africa e nell'Asia meridionale, e centinaia di milioni di abitanti delle zone costiere potrebbero essere esposti alla minaccia di tempeste e uragani. È lo scenario di un mondo privo dell'aiuto della natura pubblicato sulla rivista Science e basato su un modello che evidenzia quali nodi opotrebbero venire al pettine fra 30 anni se l'atteggiamento dell'uomo nei confronti della natura non diventerà più responsabile.
Il modello è stato realizzato dal gruppo internazionale coordinato da Rebecca Chaplin-Kramer, dell'Università americana di Stanford. Si basa su dati satellitari che permettono di realizzare mappe precise su piccole scale per capire dove e come la natura può influenzare il benessere degli esseri umani. Gli autori dello studio si sono concentrati in particolar…

Appello all'Europa per prepararsi alle tempeste magnetiche

Immagine
Una cabina di regia a livello europeo per il meteo spaziale e finanziamenti su base continuativa per preparare l'Europa agli effetti delle tempeste geomagnetiche che possono mettere ko sistemi elettrici e satelliti. Sono fra le 6 raccomandazioni a Esa, Ue e ai rispettivi Stati membri, contenute nel rapporto pubblicato sul Journal of Space Weather and Space Climate da un comitato di esperti di meteo dello spazio, del quale fa parte il fisico italiano Mauro Messerotti, dell'Osservatorio di Trieste dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e università di Trieste.
Negli ultimi anni c'è stata una crescente consapevolezza internazionale sui rischi legati al meteo spaziale, che si riferisce alle condizioni dello spazio influenzate dall'attività solare. Il Sole infatti può emettere nubi di particelle ad alta energia che se colpiscono la Terra possono causare tempeste geomagnetiche. In eventi estremi, le condizioni meteorologiche spaziali possono essere altamente dist…

In Congo la più grande epidemia di morbillo al mondo, oltre 4.000 morti di cui 90% bimbi

Immagine
Nella Repubblica Democratica del Congo si sono superati i 4.000 morti a causa del morbillo - dei quali il 90% è rappresentato da bambini sotto i 5 anni - e oltre 200.000 sono le persone colpite dal virus. E' "la più grande epidemia al mondo di morbillo". Lo denuncia l'Unicef, che sta vaccinando altre migliaia di bambini contro il virus e sta distribuendo farmaci salvavita nei centri sanitari. Il numero di casi quest'anno è più che triplicato nel Paese rispetto al 2018.
L'epidemia in Congo ha causato più morti dell'Ebola, che, ad oggi, ha ucciso 2.143 persone.
Da gennaio sono stati riportati 203.179 casi di morbillo in tutte le 26 province del paese, 4.096 sono i morti. I bambini sotto i 5 anni rappresentano il 74% dei contagi e circa il 90% dei morti. "Stiamo combattendo l'epidemia di morbillo su due fronti: prevenendo i contagi e prevenendo le morti - ha dichiarato Edouard Beigbeder, rappresentante Unicef in Repubblica Democratica del Congo -. I…

Il vulcano che cancellò l'estate

Immagine
Ricostruita l'eruzione del vulcano indonesiano che nel 1816 cancello' l'estate dall'Europa, facendo precipitare le temperature. A due secoli da quell'evento, l'analisi completa arriva a piu' di un secolo dal primo collegamento, fatto nel 1913, fra il freddo memorabile del 1816 e l'eruzione del Tambora, nell'isola di Sumbawa. La ricostruzione della sequenza di eventi che dall'Indonesia provoco' un cambiamento climatico in Europa si deve all'Universita' di Edimburgo ed e' pubblicata sulla rivista Environmental Research Letters.
"L'eruzione del Monte Tambora del 1815 e' stata una delle piu' esplosive del millennio scorso", osserva il primo autore della ricerca, Andrew Schurer. "Localmente quell'evento ha avuto un impatto enorme, devastando l'isola di Sumbawa e inoltre ha immesso nella stratosfera un'enorme quantita' di biossido di zolfo (SO2) che rapidamente si e' diffusa in tutto il m…

Al top per la salute, la dieta giapponese insidia quella mediterranea

Immagine
La dieta giapponese può essere un'alternativa alla dieta mediterranea in termini di benefici alla salute. Tra i principali effetti positivi, una più alta aspettativa di vita (79 anni per la mediterranea e 85 per la giapponese) e la riduzione di malattie cardiovascolari, diabete e cancro. E' questo quanto emerge dall'incontro "Dieta giapponese e prevenzione oncologica" organizzato a Roma. Entrambe le diete hanno tassi di riduzione di rischio di determinate malattie: per l'ictus è del 25% per la dieta mediterranea e del 22% per quella giapponese; per i tumori è del 35% per la mediterranea e del 27% per la giapponese, per il Morbo di Parkinson è del 46% per la mediterranea e del 50% per quella del Sol Levante. "È ormai assodato che esista un rapporto bidirezionale tra i nostri geni e i nutrienti che assumiamo con la dieta", ha sottolineato Marco Silano, responsabile dell'Unità operativa Alimentazione, nutrizione e salute dell'Istituto Superior…

Inversione 'superveloce' dei poli magnetici della Terra.

Immagine
L'inversione dei poli magnetici della Terra avviene più velocemente del previsto: particelle magnetiche trovate in rocce sedimentarie della Siberia indicano che 500 milioni di anni fa Nord e Sud magnetici si sono invertiti circa 80 volte nell'arco di pochi milioni di anni. La scoperta, pubblicata sulla rivista Earth and Planetary Science Letters, si deve alla ricerca coordinata da Yves Gallet, dell'università di Parigi e del Centro nazionale francese per la ricerca scientifica (Cnrs).
Analizzando i sedimenti raccolti nel fiume Khorbusuonka, nella Siberia nord-orientale, i ricercatori hanno trovato le prove dell'inversione dei poli magnetici nell'orientamento delle particelle di due minerali, la magnetite e l'ematite, il cui allineamento ai poli magnetici terrestri è rimasto 'intrappolato' nelle rocce in modo permanente.
Nei 437 campioni studiati, i geologi hanno identificato il numero record di 78 inversioni di polarità avvenute nell'arco di 3 mili…

Andromeda è una galassia 'cannibale', minaccia la Via Lattea

Immagine
Andromeda e' una galassia cannibale, che nella sua storia ha ingoiato almeno due galassie vicine e che si sta preparando a fare la stessa cosa con la Via Lattea, fra circa quattro miliardi di anni, come previsto da tempo. E' la ricostruzione pubblicata sulla rivista Nature dal gruppo dell'Universita' Nazionale australiana di Canberra diretto da Dougal Mackey.
Quello che resta delle galassie divorate in passato da Andromeda sono le stelle che circondano la galassia, come un debole alone. "Tracciando i resti deboli di queste galassie siamo stati in grado di ricostruire il modo in cui Andromeda le ha attratte e alla fine le ha avvolte", ha detto Mackey.
E' emerso così che Andromeda ha inglobato almeno due galassie: una in tempi relativamente recenti e l'altra circa 10 miliardi di anni fa. Durante questi due eventi catastrofici, inoltre, ha attratto a se' galassie da direzioni diverse. Quest'ultimo fenomeno rispecchia la struttura della rete cosmic…