Il sondaggio: il tetano si prende dalla ruggine? Falso

Non è la ruggine a causare il tetano. A confermarlo è Giancarlo Ceccarelli del Dipartimento Sanità Pubblica e Malattie Infettive del Policlinico Umberto I di Roma e docente di Sanità di Frontiera Onlus: “Il tetano – spiega - è una malattia infettiva, non trasmissibile da persona a persona, causata dal Clostridium tetani, un batterio presente in natura sia sotto forma di spore, sia in forma vegetativa. Il germe, normalmente presente nelle feci di ovini, bovini ed equini, contamina sotto forma di spore il terreno dove è in grado di sopravvivere per anni. In natura è comune che le spore siano presenti, oltre che sul terreno, anche su arbusti (spine di rose o altre piante) e su oggetti che potenzialmente possono essere stati esposti alla contaminazione ambientale (come ad esempio gli oggetti arrugginiti o il filo spinato)”.

Ma cosa succede se si entra in contatto con le spore? “Le spore, ovvero la ‘forma dormiente’ del batterio – risponde Ceccarelli - in caso di ferite causate da oggetti contaminati possono penetrare nell’organismo umano e in particolari condizioni possono mutare nella forma vegetativa (la “forma attiva”), in grado di produrre una potente tossina neurotossica potenzialmente letale per l’uomo. Ciò avviene soprattutto in caso di ferite lacero-contuse e/o con aree necrotiche che facilitano la condizione di anaerobiosi (ossia di assenza di ossigeno) necessaria al batterio per passare alla forma vegetativa”.

Una malattia pericolosa, quindi, ma facilmente prevenibile mediante vaccinazione: “La protezione vaccinale contro il tetano tuttavia non ha una durata lunga – prosegue -, pertanto è opportuno ricordare che sono necessari nel tempo regolari richiami della vaccinazione”. Secondo il calendario vaccinale, il richiamo andrebbe fatto ogni 10 anni.
(fonte ansa)

Commenti

Post popolari in questo blog

E se vivessimo in un universo che è un’illusione?

24 novembre 2010 - [I cerchi nel grano indicano questa data]

MAPPA DEI VULCANI ATTIVI NEL MONDO