Post

Visualizzazione dei post da 2020

La Terra si prepara a catturare una strana 'mini-luna'

Immagine
Asteroide o detrito spaziale: c'e' ancora incertezza sulla reale natura dell'oggetto chiamato '2020 SO' che in ottobre potrebbe incrociare l'orbita terrestre, finendo per essere catturato per qualche mese dalla forza di gravita' del nostro pianeta. Avremmo cosi' una nuova mini-luna che ci terrebbe compagnia fino a maggio 2021: le simulazioni prevedono anche due passaggi ravvicinati (1 dicembre e 2 febbraio), utili per studiare da vicino questo strano oggetto. Al momento 2020 S0 e' classificato come un asteroide Apollo, cioe' un tipo di asteroide che incrocia il suo cammino con quello della Terra, ma la sua orbita particolare e la sua bassa velocita' fanno pensare che si tratti in realta' di un oggetto artificiale realizzato dall'uomo.Nella comunita' degli astronomi sta prendendo piede l'ipotesi che si tratti dello stadio Centaur del razzo che venne usato nel 1966 per lanciare il lander lunare Surveyor 2. Questa supposizione, a…

Antartide, la fusione dei ghiacci minaccia città come New York

Immagine
In un processo lento nel tempo, ma inesorabile.New York, Tokyo, Londra e Amburgo potrebbero essere tra le vittime più celebri del futuro innalzamento del livello dei mari. Lo conferma la simulazione del progressivo scioglimento dei ghiacci in Antartide, che indica l'avanzare di un processo molto lento ma inesorabile. La ricerca, che ha conquistato la copertina della rivista Nature, è pubblicata da Istituto di ricerca sull'impatto climatico di Potsdam, Università di Potsdam e Columbia University di New York.Il modello pubblicato su Nature prevede che con un aumento di 4 gradi delle temperature medie globali rispetto ai valori pre-industriali, l'innalzamento del livello globale dei mari supererebbe i 6 metri. I ricercatoti rilevano infatti che, più aumentano le temperature, più veloce è il processo di scioglimento dei ghiacci, in una progressione che avanza inesorabile. Il punto di non ritorno è indicato nel modello nell'aumento di 10 gradi, una soglia critica che corris…

Gli scienziati ammettono: “un PIANETA MISTERIOSO sta alterando il nostro Sistema Solare”

Immagine
All’inizio del 2016, gli astronomi hanno suggerito l’esistenza del Pianeta 9 o PLANET X, che è un ipotetico pianeta, un mondo solitario che sarebbe dieci volte più grande della Terra e potrebbe essere responsabile dell’inclinazione del nostro sistema solare fino a 6 gradi. Gli astronomi pensano che nel lontano passato “Planet 9” potrebbe essere entrato in collisione con un altro pianeta o oggetto stellare, forse formando la cintura degli asteroidi, mandando così quel mondo in un’orbita ellittica.Ma ancora più importante, i nuovi dati raccolti dagli astronomi si adattano alla ricerca del defunto Zecharia Sitchin , quello che ha chiamato “Decimo pianeta” o “Pianeta X”. E ricordate, nell’agosto 2006 l’Unione Astronomica Internazionale ha abbassato lo stato del pianeta Plutone a “Pianeta Nano”. Questa manovra potrebbe essere stata fatta con il tentativo di avviare una nuova ricerca su Internet da parte del grande pubblico, per “Planet 9”, che già genera un’enorme quantità di risultati di r…

Il Sole si è risvegliato, comincia un nuovo ciclo

Immagine
Il Sole si è risvegliato e sta scaldando i suoi motori magnetici: è iniziato infatti il suo nuovo ciclo, che ne scandisce l'attività in fasi di 11 anni. Lo hanno annuncio gli esperti della Nasa e dell'Agenzia americana per l'Atmosfera e gli oceani (Noaa), che prevedono anche il graduale aumento di fenomeni legati all'attività solare, come le eruzioni che scagliano sciami di particelle che possono scatenare tempeste magnetiche sulla Terra, con impatti su satelliti e reti sistemi elettriche.Al momento, però, il Sole appena risvegliato è ancora calmo e si prevede che l'aumento della sua attività possa avvenire molto progressivamente.I cicli solari si alternano tra periodi di massima attività durante i quali aumenta il numero delle macchie solari, e periodi di minima attività, nei quali il numero delle macchie si riduce. Secondo gli esperti l'attività solare ha toccato il minimo nel dicembre 2019, anche se occorrono osservazioni su molti mesi per stabilire il momen…

Scoperta l'estinzione di massa che ha plasmato il mondo attuale

Immagine
E' stata la sesta, risale a 233 milioni di anni fa.Il mondo come lo vediamo oggi è nato circa 233 milioni di anni fa, in seguito a un'estinzione di massa finora sconosciuta, chiamata 'Episodio pluviale carnico' e scatenata da una terribile eruzione vulcanica. A identificarne le tracce è la ricerca internazionale pubblicata sulla rivista Science Advances, coordinata da Jacopo Dal Corso, della China University of Geosciences e nella quale l'Italia ha un ruolo importante, con il Museo delle Scienze di Trento (Muse), le Università di Ferrara e Padova, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e il Museo di Scienze Naturali dell'Alto Adige. Lo studio è basato sull'esame di prove geologiche e paleontologiche raccolte in decenni di rilievi sul campo, analisi di laboratorio e modelli al computer.Per Andrea Marzoli, dell'Università di Padova, "nel Carnico ci fu un'enorme eruzione vulcanica, che produsse circa un milione di chilometri cubi di magma&quo…

Dai gas serra temperature mai viste negli ultimi 50 milioni di anni

Immagine
Le emissioni di gas serra potrebbero portare la temperatura globale a un livello che la Terra non ha mai visto negli ultimi 50 milioni di anni. Lo indica la ricerca, alla quale partecipa anche l'Italia, che ha ricostruito le quattro tappe che hanno trasformato il clima negli ultimi 66 milioni di anni, da una fase torrida all'Era glaciale. Il risultato, pubblicato sulla rivista Science, è coordinato da Thomas Westerhold, dell'università tedesca di Brema. Vi hanno partecipato Fabio Florindo, dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e dell'Istituto per le soluzioni al cambiamento climatico di Pesaro e Urbino, Claudia Agnini, dell'università di Padova, Vittoria Lauretano, dell'università britannica di Bristol. La ricerca aiuterà "a capire meglio come funziona il sistema climatico globale e a cercare di "simulare" i cambiamenti in atto", ha detto all'ANSA Florindo. Questo perché "la modellistica numerica del clima è …

La Terra sta attraversando la scia di una supernova

Immagine
Da 33.000 anni la Terra sta attraversando la nube di detriti lasciati dall'esplosione di una supernova: lo indicano le tracce di una rara forma di ferro trovate nelle profodità degli oceano. La scoperta, pubblicata sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze (Pnas), si deve alla ricerca internazionale coordinata dal fisico nucleare Anton Wallner, dell'Australian National University.Analizzando campioni prelevati dai fondali oceanici che risalgono a 33.000 anni fa, i ricercatori hanno trovato tracce di ferro 60, un isotopo (atomo dello stesso elemento con una diversa massa) del ferro prodotto da stelle massicce che, giunte al termine del loro ciclo evolutivo, sono esplose come supernova.Il ferro 60 è un elemento radioattivo e decade entro 15 milioni di anni, il che significa che qualsiasi atomo di ferro 60 trovato sulla Terra, spiegano gli esperti, deve essersi formato molto prima del nostro pianeta, che ha 4,6 miliardi di anni. Di qui l'ipotesi che debba esser…

Amazzonia a rischio, è vicina al punto di non ritorno

Immagine
L'Amazzonia è sempre più in pericolo a causa degli incendi che rischiano di far sparire il polmone verde del Pianeta. In 10 anni si è persa una superficie di foresta amazzonica di 300 mila chilometri quadrati, pari all'Italia, e a luglio 2020, solo nell'Amazzonia brasiliana, gli incendi sono aumentati del 28% rispetto allo stesso periodo del 2019. E quest'anno i roghi potrebbero essere più devastanti di quelli di quelli del 2019. A lanciare l'allarme è il Wwf, nel report "Fuochi, foreste e futuro: Una crisi fuori controllo?" realizzato dall'organizzazione ambientalista insieme al Boston Consulting Group (BCG), chiedendo una conferenza internazionale per proteggere la foresta che rappresenta uno dei sistemi ecologici fondamentali per la vita sul pianeta.Clima sempre più caldo e secco, ai cambiamenti climatici, e la deforestazione, causata principalmente dalla conversione dei terreni per l'agricoltura, sono secondo il rapporto i fattori principali a…

Antartide, 60% piattaforme ghiaccio a rischio fratture

Immagine
Ciò potrebbe accelerare scioglimento calotta.Circa il 60% delle piattaforme di ghiaccio dell'Antartide potrebbe fratturarsi a causa del riscaldamento climatico, con il rischio di accelerare lo scioglimento della calotta antartica.Lo indica una ricerca basata sulla combinazione di immagini satellitari e intelligenza artificiale. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature, si deve ai ricercatori guidati da Ching-Yao Lai, dell'americana Columbia University.Le piattaforme di ghiaccio dell'Antartide sono lastre di ghiaccio galleggianti sull'oceano che si estendono dalla calotta, che invece poggia sul suolo, e hanno una funzione di barriera che rallenta il flusso di ghiaccio che dalla calotta scorre verso l'oceano. Quando queste piattaforme collassano, i ghiacci della calotta possono fluire più rapidamente verso l'oceano, come è successo in seguito al collasso nel 2002 di gran parte della piattaforma di ghiaccio Larsen B che si è disintegrata in meno di sei settim…

Manovra cruciale per le tre missioni dirette a Marte

Immagine
Per raggiungere il pianeta rosso nel febbraio 2021Manovra cruciale per le tre sonde dirette verso Marte e partite in luglio: Mars 2020 della Nasa, Hope degli Emirati Arabi e la cinese Tianwen 1 hanno aggiustato la rotta, come da programma, in modo da raggiungere il pianeta rosso il prossimo febbraio.La manovra è riuscita perfettamente, ha detto l'agenzia spaziale americana e Mars 2020, lanciata il 30 luglio per portare su Marte il rover Perseverance; è stata la prima delle cinque manovre di correzione della rotta previste nella missione, in modo che il rover possa toccare il suolo marziano il 18 febbraio 2021, posandosi nel cratere Jezero. Il rover dovrà esplorare il cratere, cercando segni di vita passata, mentre raccoglierà campioni di rocce da riportare a Terra con una futura missione.Manovra riuscita anche per la missione cinese Tianwen, che il primo agosto scorso ha acceso il suo motore principale per 20 secondi, secondo l'agenzia di stampa cinese Xinhua. Lanciata il 23 l…

I ghiacci artici destinati a sparire nel 2035

Immagine
Previsione basata anche sulla storia climatica della Terra.Lo scioglimento dei ghiacci marini artici corre più rapido delle più catastrofiche previsioni: l'Artico potrebbe essere senza più ghiacci nel 2035. Secondo un nuovo modello, ciò che sta accadendo ora è simile a quanto accaduto nell'ultimo periodo interglaciale. Lo spiegano sulla rivista Nature Climate Change i ricercatori della British Antarctic Survey. Le precedenti proiezioni dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (Ipcc) dell'Onu davano la persistenza dei ghiacci marini in estate su un'area di un milione di chilometri quadrati fino almeno al 2050 o oltre il 2100, ma quest'ultima analisi mostra che anche nel miglior scenario possibile, i ghiacci artici marini non raggiungeranno questo traguardo, e potrebbero sparire prima della metà del secolo. Secondo Louise Sime, coordinatrice dello studio, ci sono molti fattori da considerare: "Possiamo avere una migliore comprensione del futuro guardan…

Il cervello non smette di "sentire": cosa succede in punto di morte.

Immagine
Il concetto di limite si sgretolava per accogliere in sé una nuova concezione. Non più impedimento, dunque, ma riscoperta delle proprie potenzialità. Non a caso Socrate consigliava di non perdere tempo in vani passatempi, era bene invece indirizzare la concentrazione verso tutto ciò che si era realmente in grado di compiere. Per i Romani la dipartita veniva considerata impura, al momento del decesso di un congiunto i familiari si occupavano della sepoltura e della purificazione della famiglia stessa. Da sempre il pensiero del trapasso si è acquattato in penombra nell'animo degli esseri umani, suscitando curiosità e al contempo angoscia. Cosa accade al cervello negli ultimi istanti che precedono la morte?
A questa domanda hanno cercato di rispondere alcuni ricercatori (guidati da Elizabeth Blundon) dell'università della British Columbia, giungendo alla conclusione che anche quando la fine è prossima e non si risponde più ad alcuno stimolo, il cervello continua a sentire le par…

Il campo magnetico terrestre cambia più in fretta del previsto, 10 volte più velocemente!

Immagine
I cambiamenti di direzione del campo magnetico terrestre potrebbero avvenire 10 volte più velocemente del previsto: lo indicano le simulazioni realizzate al computer dall'università britannica di Leeds con l'università della California a San Diego. I risultati, pubblicati su Nature Communications, offrono una nuova visione di quello che accade nel 'cuore' del pianeta, a 2.800 chilometri di profondità, dove si trova il vorticoso flusso di ferro fuso che con le sue correnti elettriche genera il campo magnetico condizionandone il movimento da centinaia di migliaia di anni.
Per ricostruirne l'evoluzione nelle diverse ere geologiche, vengono solitamente analizzate le 'impronte' che il campo magnetico lascia impresse nei sedimenti, nelle colate laviche e perfino nei manufatti prodotti dall'uomo, ma i risultati così ottenuti sono spesso incerti e oggetto di dibattito.
I ricercatori britannici e statunitensi hanno dunque pensato di usare un approccio different…

Trump rivela qualcosa sull'ufo caduto a Roswell: "Ho notizie interessanti"

Immagine
Donald Trump ha ultimamente accennato al fatto di essere a conoscenza di “dettagli interessanti” sui fatti di Roswell, cittadina del Nuovo Messico in cui si sarebbe schiantata al suolo, nel 1947, una presunta navicella aliena.
Da quell’anno, l’episodio ha continuato ad appassionare gli ufologi di tutto il mondo, nonché ad alimentare teorie del complotto. Il tycoon si è lasciato sfuggire tale indiscrezione nel corso di un’intervista con il suo figlio maggiore Donald Jr., realizzata in vista dell’imminente festa del papà, che negli Usa si celebra quest’anno il 21 giugno.
Durante la conversazione con il suo rampollo, prodotta e diffusa giovedì dallo staff della campagna elettorale per la rielezione di The Donald, l’inquilino della Casa Bianca, riferisce Fox News, affronta insieme al proprio erede diversi temi, compresi i segreti custoditi dal governo di Washington riguardo alla vita extraterrestre.
Trump Jr., nel video dell’intervista citata, chiede a questo punto al padre: “Prima che s…

36 civiltà extraterrestri sarebbero in comunicazione radio con noi

Immagine
Una recente ricerca scientifica ha realizzato una stima delle civiltà extraterrestri attive nell’universo, giungendo alla conclusione che il loro numero sarebbe pari a 36 e che le stesse sarebbero in comunicazione radio con noi.
Il calcolo in questione è stato fatto dagli esperti dell’università di Nottingham basandosi sull’assunto che la vita intelligente si evolva su altri pianeti esattamente come si è perfezionata sulla Terra. Le popolazioni aliene considerate dallo studio in questione sono state chiamate dai ricercatori britannici Communicating Extra-Terrestrial Intelligent civilisations (Ceti), in quanto civiltà caratterizzate dalla capacità di trasmettere onde radio. La ricerca citata è stata pubblicata lunedì sulla rivista The Astrophysical Journal.
Quella trentina di comunità aliene è stata stimata dagli accademici di Nottingham, puntualizza Askanews, pur non essendo mai stata trovata alcuna prova dell’esistenza di vita extraterrestre.
Ciononostante, gli accademici, impostand…

C'è un "pulsante" per ibernare il cervello: ecco cosa dicono gli scienziati

Immagine
Due studi indipendenti hanno trovato il modo di portare il cervello dei topi a uno stato di ibernazione; secondo gli scienziati in futuro si potrebbe arrivare a ibernare il cervello umano e questo apporterà alcuni benefici.
Il cervello è da sempre l'oggetto di studio più complesso e affascinante. Esistono in campo medico molti studi per cercare di capire il meccanismo che ruota attorno a esso.
Ultimamente, come riporta il DailyMail, la scienza ha fatto una scoperta che potrebbe essere molto importante. Due studi, infatti, hanno trovato una specie di "pulsante" che permette di portare in uno stato di ibernazione il cervello. La scoperta giunge da due diversi studi, condotti dall'università giapponese di Tsukuba e dalla Harvard Medical School, e pubblicati sulla rivista Nature.
Per ora l'esperimento si è basato esclusivamente sui topi, innescando in essi un letargo temporaneo naturale. In futuro, si potrebbe ibernare il cervello umano se si dovesse scoprire lo ste…

CORONAVIRUS FASE 3: LIBERI TUTTI dal 6 AGOSTO 2020

Immagine
Ma poi TERRIBILI SECONDE ONDATE di COVID-19, ecco perché. L’Italia è appena entrata nella Fase 2 BIS o 2 SECONDA PARTE che dir si voglia, ma tanti si stanno chiedendo SE e QUANDO si potrà passare alla FASE 3, quella del LIBERI TUTTI.
Secondo alcuni ricercatori cinesi, vi sarebbe addirittura già una DATA per l'Italia, che segnerebbe la FINE DELL'EPIDEMIA; Come riporta il quotidiano "Il Tempo" nella sua edizione online, un team di scienziati cinesi diretti da Wangping Jia del Chinese Pla General Hospital di Pechino, avrebbe indicato la data di fine dell'epidemia nel nostro Paese: il 6 agosto 2020 potremmo essere fuori da questo incubo.
Ma ATTENZIONE, secondo lo studio di alcuni scienziati di Pechino il COVID-19 potrebbe tornare a farci sgradita visita con una SECONDA ONDATA di CONTAGI, forse anche più TERRIBILE della prima, per poi TORNARE OGNI ANNO.
I ricercatori dell'Istituto di Biologia patogena dell'Accademia cinese delle Scienze Mediche, come riportato …

I due boomerang nell'universo: un altro mistero sui buchi neri

Immagine
Sono fasci di materia che formano due strutture arcuate, molto simili a dei boomerang. Si trovano a 800 milioni di anni luce da noi. Forse il risultato della collisione di due buchi neri.
I due boomerang nell'universo: un altro mistero sui buchi neri Sono fasci di materia che formano due strutture arcuate, molto simili a dei boomerang. Si trovano a 800 milioni di anni luce da noi. Forse il risultato della collisione di due buchi neri.
Tante le ipotesi sulla loro natura e vita, spesso contrastanti tra loro. Come riportato dal Corriere, lo scorso anno era stata fatta la prima foto di un mostro cosmico. In quel caso però non era l’immagine di un buco nero ma di ciò che vi era intorno. Infatti, a causa della forte forza di gravità che lo contraddistingue e gli dona il nome appunto di buco nero, non vi è possibilità che ne esca la luce, inghiottita anch’essa nel suo profondo.
Boomerang nello spazio: una sfida per la scienza L’ultima scoperta ricca di mistero è stata fatta dagli astronom…

La Luna deforma la crosta terrestre e muove i continenti

Immagine
Lo dimostra per la prima volta una ricerca italiana.
Non solo mare e laghi: la Luna riesce a deformare la crosta terrestre provocando le cosiddette maree solide che sono in grado di muovere i continenti perche' svolgono un ruolo attivo sulla tettonica delle placche. Lo dimostra per la prima volta la ricerca italiana pubblicata sulla rivista Science Reviews, da Carlo Doglioni presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Davide Zaccagnino dell'Universita' Sapienza di Roma, Francesco Vespe, dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi).
I tre studiosi sono riusciti a comprendere il ruolo delle maree solide sulla tettonica delle placche grazie ai dati della rete globale del sistema satellitare globale di navigazione (Gnss), che comprende sia il Gps americano che il sistema europeo Galileo e che permette di misurare la velocita' tra le placche anche tra stazioni distanti migliaia di chilometri.
Questi servizi internazionali, cui contribuisce l'A…

Scoperta una cometa in visita al Sistema Solare

Immagine
A maggio passerà non lontano da Mercurio.
Una nuova cometa si affaccia nel Sistema Solare: si chiama SWAN (C/2020 F8) ed è stata scoperta dall’astronomo Michael Mattiazzo sui cieli australiani. A maggio si avvicinerà al Sole transitando non lontano dall’orbita di Mercurio. La cometa appare con una chioma verdastra, è attualmente visibile nei cieli dell’emisfero meridionale e a maggio potrebbe essere visibile anche a occhio nudo.
La scoperta, come spesso avviene nella scienza, è avvenuta per caso, mentre Mattiazzo analizzava i dati della sonda solare Soho (Solar and Heliospheric Observatory), di Nasa e Agenzia Spaziale Europea (Esa), raccolti attraverso lo strumento Swan (Solar Wind ANisotropies). È proprio grazie a questo strumento, che dà il nome alla cometa, che è stata possibile l’osservazione della cometa.
Lo strumento Swan non è stato disegnato per avvistare comete, ma per studiare l’idrogeno del Sistema Solare. Se è stato capace di osservarla, spiegano gli esperti, vuol dire che…

Il coronavirus potrebbe aver circolato negli umani per anni

Immagine
Dopo pipistrelli e pangolini, si fa strada una nuova ipotesi. Il virus SarsCoV2 potrebbe aver circolato negli umani per anni, prima di sviluppare quelle caratteristiche genetiche che hanno portato alla drammatica pandemia di Covid-19. A lanciare questa nuova ipotesi e' lo studio internazionale che sulla rivista Nature Medicine ha dimostrato come il nuovo coronavirus abbia un'origine naturale e non sia nato in laboratorio.
Il gruppo di ricerca (che comprende esperti statunitensi, britannici e australiani coordinati dal centro californiano Scripps Research Institute) ha esaminato le caratteristiche genetiche del virus, arrivando a escludere che sia frutto di manipolazione genetica.
Una volta assodata l'origine naturale, ci troviamo di fronte a due possibili scenari. Il primo ipotizza che il virus si sia evoluto negli animali, ad esempio attraverso la ricombinazione dei coronavirus di pipistrelli e pangolini, per poi fare il salto di specie verso l'uomo. Questa teoria, su…

STOP SOCIAL DI STAMPO GLOBALISTA (FB & TW)

Immagine
Ci siamo liberati di Facebook che, preoccupandosi della nostra sicurezza ci richiedeva documenti e foto personali (ogni volta che accedevamo) per replicare notizie sul social. Infatti gli abbiamo inviato immediatamente una necessaria e liberatoria cancellazione.
Da molto tempo oramai anche con Twitter abbiamo avuto problemi di accesso. Ogni volta per replicare un post bisognava sempre accedere all'email di registrazione, copiare il codice ricevuto, incollarlo nel box predisposto e per miracolo tutto ok... “per la nostra sicurezza”, quella che ha deciso Twitter, non RLI. 
Non rinunciamo alla sicurezza quando entriamo in un nostro account, ma qui si sfiora l'impensabile, il ridicolo. Non fatevi abbindolare da una sicurezza che non esiste. Ogni giorno questi social se ne inventano una per potervi carpire informazioni necessarie sicuri che voi glie le inviate perché oramai siete drogati psicologicamente e non potete interrompere questo filo perverso che vi circonda..
Oggi abbiamo sep…

Coronavirus: depredare la natura aumenterà la diffusione delle pandemie

Immagine
Una natura sempre più depredata, con foreste che scompaiono per far posto all'agricoltura, riducendo sempre di più la distanza tra l'uomo e gli animali selvatici, sarà uno dei fattori che faciliterà la diffusione di epidemie su scala globale e il 'salto' di virus zoonotici all'uomo, come accaduto ora con il SarsCov2, causa del Covid-19. 
A segnalarlo sono due diversi studi.  Il primo è dell'università di Stanford. Qui i ricercatori guidati da Laura Bloomfield spiegano come i virus che passano dagli animali all'uomo (facendo il cosiddetto spillover) saranno sempre più comuni fin quando l'uomo continuerà a trasformare gli habitat naturali in terreni agricoli. La loro analisi, condotta in Uganda, mostra come la perdita di foresta tropicale abbia messo le persone più a rischio di interazione fisica con i primati selvatici e i loro virus. "La combinazione di grandi cambiamenti ambientali, come la deforestazione, e la povertà possono scatenare una pandemi…

In Antartide è caldo record, temperature mai viste prima

Immagine
E' caldo record in Antartide. Sono state registrate temperature mai viste prima tanto che gli scienziati temono danni a lungo termine per piante, animali ed ecosistemi. Massime e minime estreme sono state rilevate dal 23 al 26 gennaio presso la stazione australiana di ricerca di Casey nell'est dell'Antartide, classificate come un'ondata di calore. La temperatura nell'Antartide settentrionale ha toccato quasi i 18,3 gradi Celsius mentre temperature record sono state riportate anche nella penisola antartica. Le minime alla stazione di Casey erano superiori a zero mentre le massime erano superiori a 7,5 gradi. Il massimo più alto registrato è stato di 9.2 gradi il 24 gennaio, quasi di 7 gradi più del massimo medio per la stazione. La mattina dopo il record per il minimo più alto: 2,5 gradi. Lo studio, pubblicato sul Global Change Biology da un team internazionale, tra cui le Università australiane di Wollongong e della Tasmania e della Divisione antartica australiana…

I resti di un continente perduto a largo del Canada

Immagine
Nelle rocce dell’isola di Baffin vecchie di 150 milioni di anni. Individuati a largo delle coste canadesi i resti di un antico continente perduto del Nord Atlantico, che risale a milioni di anni fa. Sono nascosti tra i ghiacci dell’isola di Baffin, la quinta più grande al mondo, che si estende per circa 500.000 chilometri quadrati tra il Canada e la Groenlandia. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Journal of Petrology dal gruppo di geologi dell’Università canadese della Columbia Britannica, coordinati da Maya Kopylova.
Le prove sono contenute in alcune rocce rinvenute nel Sud dell’isola di Baffin nel corso di una campagna di esplorazione del sottosuolo alla ricerca di diamanti. Si tratta di rocce sotterranee che, spiega Kopylova, “come razzi raccolgono passeggeri sulla loro strada verso la superficie. E questi passeggeri - aggiunge - sono pezzi di rocce che trasportano una grande quantità di dettagli sulle condizioni del sottosuolo terrestre nel corso del tempo”.
Sec…

COVID-19, INCREDIBILE MA VERO (l'uomo ignorante)

Immagine
Come si può ancora oggi affermare con certezza che il virus è arrivato da un pipistrello (senza alcuna prova) e al contrario credere che non sia arrivato da un'arma batteriologica appositamente studiata e diffusa per scopi di origine mondiale (senza prove). 
Quindisenza una prova tangibile (che arriverà forse tra cento anni) nessuna delle due ipotesi e plausibile. 
Il dubbio e la verità ti renderà libero, specialmente adesso che sei chiuso in gabbia come un topo da laboratorio credendo alla TV. Pensaci! (fonte staff RLI)

Un asteroide sfiorerà la Terra il 29 aprile 2020

Immagine
Paragonato per le sue dimensioni all'Everest, sfiorerà la Terra il prossimo mese, ma ad una distanza - assicurano gli esperti - che "dovrebbe salvaguardare l'umanità".
La NASA ha annunciato che un gigantesco asteroide si sta avvicinando al nostro pianeta e ad aprile lo sfiorerà. Paragonato nelle dimensioni all’Everest, l’agenzia spaziale statunitense rassicura che pur avvicinandosi alla Terra non la colpirà.
Queste le parole precise del comunicato NASA: “Un gigantesco asteroide, del diametro variabile da 1,5 a 4 chilometri, si sta avvicinando sempre di più alla Terra e sfiorerà il nostro pianeta ad aprile“. Il 29 aprile l’enorme asteroide, identificato con il numero 52768 (1998 OR2), passerà accanto alla Terra senza minacciare l’umanità.
La distanza di sicurezza Gli esperti infatti assicurano che tra l’asteroide 52768 (1998 OR2) e la Terra ci sarà una distanza di sicurezza, calcolata in quasi 6 milioni di chilometri, “superiore a quella che intercorre tra la Terra e …

Un enorme Corpo Celeste entrato nel sistema solare viene monitorato dai Telescopi Spaziali

Immagine
Secondo le dichiarazioni dell’osservatore del cielo brasiliano Tio Abadom, un corpo celeste ha invaso il sistema solare e viene monitorato da telescopi spaziali e telescopi terrestri in tutto il mondo. L’oggetto sconosciuto, si trova attualmente vicino ai pianeti Giove e Saturno e sembra accelerare di velocità.
Coincidenza o no, ma la scorsa settimana, uno strano fenomeno del cielo è stato catturato a Trenton, nel New Jersey, da Alonzo Ent, che è stato in grado di catturare una sorta di oggetto celeste vicino al sole (spesso chiamato come secondo sole).
Alonzo, che è un cameraman esperto, ha dichiarato: “Si stava muovendo molto velocemente e anche se era molto difficile mettere a fuoco, sono stato in grado di registrarlo un pò di minuti, È durato solo circa 5 minuti e poi è andato via”.
Sebbene Tio Abadom parli del famigerato pianeta Nibiru, potremmo chiederci se potrebbe essere una nave madre aliena gigante, quella registrata dalla sonda spaziale eliosferica SOHO. La domanda sorge s…

Il coronavirus un’arma da guerra biologica? Ipotizzarlo non è “complottismo”

Immagine
La situazione sta, con tutta evidenza, sfuggendo di mano. Accanto al panico e alla psicosi, che sono l’elemento soggettivo, v’è comunque l’elemento oggettivo di un contagio che, qualora non fosse fermato in tempi rapidi, potrebbe condurre a scenari che non sarebbe esagerato definire apocalittici. Ed è di questi che occorre anzitutto occuparsi. Sui primi, s’è soffermato, tra gli altri, Giorgio Agamben, riproponendo il solito paradigma biopolitico: il terrore come metodo di governo. Che vi sia anche questa componente, è evidente.
Il marchio del “complottismo” Per parte nostra, prendiamo le mosse da un punto, che non sarà sfuggito: chi osi sollevare dubbi rispetto alla versione ufficiale – quella del virus come “naturale” evoluzione a partire dal pipistrelllo –, è immediatamente silenziato come complottista e, in quanto tale, ostracizzato e privato del diritto al pubblico dibattito. Curioso, in effetti, che chi socraticamente sollevi dubbi sia diffamato come idiota, mentre chi viva di gr…

Coronavirus resta nell'aria per ore, sui materiali per giorni

Immagine
Il coronavirus SarsCoV2 può restare nell'aria, nelle goccioline di saliva, fino a 3 ore e sulle superfici per giorni, in particolare fino a 24 ore sul cartone e fino a 3 giorni su plastica e acciaio. 
Lo indicano i dati frutto di esperimenti condotti dall' Istituto nazionale per le malattie infettive degli Stati Uniti (Niaid), che fa parte dei National Institutes of Health (Nih) in via di pubblicazione sul New England Journal of Medicine.
"I nostri risultati indicano che è possibile la trasmissione del coronavirus tramite l'aerosol e i materiali sui quali si deposita, dal momento che il virus resta vitale nell'aerosol per più ore e sulle superfici per giorni". (fonte ansa)

Misterioso buco su Marte, forse la bocca di una caverna

Immagine
C'è un misterioso buco su Marte: situato lungo il versante occidentale del vulcano Pavonis Mons, sembra essere la bocca di una caverna, probabilmente scavata dall'attività vulcanica. La sua immagine è stata ottenuta grazie allo strumento Hirise della sonda Mro (Mars Reconnaissance Orbiter) della Nasa e fin da subito ha subito attirato l'attenzione dei ricercatori: la cavità potrebbe infatti conservare tracce di vita, proteggendole dalle radiazioni che bombardano la superficie del Pianeta Rosso.
L'analisi dell'immagine (scattata nel 2011) e il confronto con quelle riprese successivamente, ha permesso ai ricercatori di stimare che il buco abbia un diametro di circa 35 metri. La particolare illuminazione della caverna sottostante fa ipotizzare che sia profonda 20 metri.
Ancora non è chiaro perché il buco sia dotato di un cratere circolare, così come resta ancora da capire la reale estensione della caverna.
Simili formazioni sotterranee, spiega la Nasa, potrebbero div…

L'intelligenza artificiale scopre un super antibiotico

Immagine
Con un nome ispirato al cinema, uccide anche batteri resistenti. Grazie all'intelligenza artificiale e' stato identificato un nuovo super antibiotico: chiamato 'halicin' in omaggio al supercomputer Hal 9000 del film '2001: Odissea nello spazio', ha dimostrato nei test di laboratorio di poter eliminare molti dei batteri portatori di malattie, compresi alcuni ceppi diventati resistenti a tutti i farmaci tradizionali. Il risultato, pubblicato sulla rivista Cell dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit), potrebbe rappresentare l'inizio di una nuova era per la ricerca sugli antibiotici, che negli ultimi anni ha subito un forte rallentamento.
"Stiamo affrontando una crisi crescente per quanto riguarda l'antibiotico-resistenza, e questa situazione si e' venuta a creare sia per un aumento dei microrganismi patogeni divenuti resistenti, sia per una produzione sempre piu' scarsa di nuovi antibiotici da parte delle industrie bio…

L'Universo si sta espandendo, ma senza occupare altro spazio

Immagine
Secondo la relatività generale, la metrica spazio-temporale cambia con il tempo: il metro cosmologico si restringe e di conseguenza la distanza tra le galassie aumenta.
Anche Einstein ha fatto i suoi errori. Il più grande di tutti? Stando alle sue parole, l'essersi attaccato all'idea che l'Universo debba essere statico, contrariamente a quanto predetto dalla sua stessa teoria, la relatività generale.
Oggi abbiamo numerose prove teoriche e sperimentali del fatto che l'Universo sia in realtà in una fase di espansione. "Ma in cosa si espande?". È proprio con questa domanda, menzionata anche nel nostro primo articolo (clicca qui per leggerlo), che è nata l'idea di creare questa rubrica.
"Gasp, è una delle cose più difficili da raccontare", ha risposto Carlo Rovelli quando gli abbiamo chiesto come lui proverebbe a spiegarlo. Abbiamo fatto lo stesso con altri tre stimati fisici della gravitazione e amici: Abhay Ashtekar, Alejandro Perez ed Eugenio Bi…