Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2020

Scoperta una cometa in visita al Sistema Solare

Immagine
A maggio passerà non lontano da Mercurio.
Una nuova cometa si affaccia nel Sistema Solare: si chiama SWAN (C/2020 F8) ed è stata scoperta dall’astronomo Michael Mattiazzo sui cieli australiani. A maggio si avvicinerà al Sole transitando non lontano dall’orbita di Mercurio. La cometa appare con una chioma verdastra, è attualmente visibile nei cieli dell’emisfero meridionale e a maggio potrebbe essere visibile anche a occhio nudo.
La scoperta, come spesso avviene nella scienza, è avvenuta per caso, mentre Mattiazzo analizzava i dati della sonda solare Soho (Solar and Heliospheric Observatory), di Nasa e Agenzia Spaziale Europea (Esa), raccolti attraverso lo strumento Swan (Solar Wind ANisotropies). È proprio grazie a questo strumento, che dà il nome alla cometa, che è stata possibile l’osservazione della cometa.
Lo strumento Swan non è stato disegnato per avvistare comete, ma per studiare l’idrogeno del Sistema Solare. Se è stato capace di osservarla, spiegano gli esperti, vuol dire che…

Il coronavirus potrebbe aver circolato negli umani per anni

Immagine
Dopo pipistrelli e pangolini, si fa strada una nuova ipotesi. Il virus SarsCoV2 potrebbe aver circolato negli umani per anni, prima di sviluppare quelle caratteristiche genetiche che hanno portato alla drammatica pandemia di Covid-19. A lanciare questa nuova ipotesi e' lo studio internazionale che sulla rivista Nature Medicine ha dimostrato come il nuovo coronavirus abbia un'origine naturale e non sia nato in laboratorio.
Il gruppo di ricerca (che comprende esperti statunitensi, britannici e australiani coordinati dal centro californiano Scripps Research Institute) ha esaminato le caratteristiche genetiche del virus, arrivando a escludere che sia frutto di manipolazione genetica.
Una volta assodata l'origine naturale, ci troviamo di fronte a due possibili scenari. Il primo ipotizza che il virus si sia evoluto negli animali, ad esempio attraverso la ricombinazione dei coronavirus di pipistrelli e pangolini, per poi fare il salto di specie verso l'uomo. Questa teoria, su…

STOP SOCIAL DI STAMPO GLOBALISTA (FB & TW)

Immagine
Ci siamo liberati di Facebook che, preoccupandosi della nostra sicurezza ci richiedeva documenti e foto personali (ogni volta che accedevamo) per replicare notizie sul social. Infatti gli abbiamo inviato immediatamente una necessaria e liberatoria cancellazione.
Da molto tempo oramai anche con Twitter abbiamo avuto problemi di accesso. Ogni volta per replicare un post bisognava sempre accedere all'email di registrazione, copiare il codice ricevuto, incollarlo nel box predisposto e per miracolo tutto ok... “per la nostra sicurezza”, quella che ha deciso Twitter, non RLI. 
Non rinunciamo alla sicurezza quando entriamo in un nostro account, ma qui si sfiora l'impensabile, il ridicolo. Non fatevi abbindolare da una sicurezza che non esiste. Ogni giorno questi social se ne inventano una per potervi carpire informazioni necessarie sicuri che voi glie le inviate perché oramai siete drogati psicologicamente e non potete interrompere questo filo perverso che vi circonda..
Oggi abbiamo sep…

Coronavirus: depredare la natura aumenterà la diffusione delle pandemie

Immagine
Una natura sempre più depredata, con foreste che scompaiono per far posto all'agricoltura, riducendo sempre di più la distanza tra l'uomo e gli animali selvatici, sarà uno dei fattori che faciliterà la diffusione di epidemie su scala globale e il 'salto' di virus zoonotici all'uomo, come accaduto ora con il SarsCov2, causa del Covid-19. 
A segnalarlo sono due diversi studi.  Il primo è dell'università di Stanford. Qui i ricercatori guidati da Laura Bloomfield spiegano come i virus che passano dagli animali all'uomo (facendo il cosiddetto spillover) saranno sempre più comuni fin quando l'uomo continuerà a trasformare gli habitat naturali in terreni agricoli. La loro analisi, condotta in Uganda, mostra come la perdita di foresta tropicale abbia messo le persone più a rischio di interazione fisica con i primati selvatici e i loro virus. "La combinazione di grandi cambiamenti ambientali, come la deforestazione, e la povertà possono scatenare una pandemi…