Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2020

Il cervello non smette di "sentire": cosa succede in punto di morte.

Immagine
Il concetto di limite si sgretolava per accogliere in sé una nuova concezione. Non più impedimento, dunque, ma riscoperta delle proprie potenzialità. Non a caso Socrate consigliava di non perdere tempo in vani passatempi, era bene invece indirizzare la concentrazione verso tutto ciò che si era realmente in grado di compiere. Per i Romani la dipartita veniva considerata impura, al momento del decesso di un congiunto i familiari si occupavano della sepoltura e della purificazione della famiglia stessa. Da sempre il pensiero del trapasso si è acquattato in penombra nell'animo degli esseri umani, suscitando curiosità e al contempo angoscia. Cosa accade al cervello negli ultimi istanti che precedono la morte?
A questa domanda hanno cercato di rispondere alcuni ricercatori (guidati da Elizabeth Blundon) dell'università della British Columbia, giungendo alla conclusione che anche quando la fine è prossima e non si risponde più ad alcuno stimolo, il cervello continua a sentire le par…

Il campo magnetico terrestre cambia più in fretta del previsto, 10 volte più velocemente!

Immagine
I cambiamenti di direzione del campo magnetico terrestre potrebbero avvenire 10 volte più velocemente del previsto: lo indicano le simulazioni realizzate al computer dall'università britannica di Leeds con l'università della California a San Diego. I risultati, pubblicati su Nature Communications, offrono una nuova visione di quello che accade nel 'cuore' del pianeta, a 2.800 chilometri di profondità, dove si trova il vorticoso flusso di ferro fuso che con le sue correnti elettriche genera il campo magnetico condizionandone il movimento da centinaia di migliaia di anni.
Per ricostruirne l'evoluzione nelle diverse ere geologiche, vengono solitamente analizzate le 'impronte' che il campo magnetico lascia impresse nei sedimenti, nelle colate laviche e perfino nei manufatti prodotti dall'uomo, ma i risultati così ottenuti sono spesso incerti e oggetto di dibattito.
I ricercatori britannici e statunitensi hanno dunque pensato di usare un approccio different…